http://www.apprendimentocooperativo.it

Versione ad alta accessibilità

<< torna alla versione normale


Catalogo CE.SE.DI. 2017/18 formazione docenti e attività studenti
http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ifp/cesedi/attivita-2017-2018


SPUNTINI...PER UNA LEZIONE CON MICROONDE: COSA SI PUO' FARE
CON UN FORNO A MICROONDE?

A cura di Maria Ines Ruvolato
in collaborazione con Marco Falasca, Pier Roberto Gimondo e Claudio Castucci
Gruppo "Parole della Scienza" – CeSeDi di Torino


Per scaricare le guide "Valutare per insegnare":


VALUTARE PER INSEGNARE. Guida operativa alle prove di competenza clicca qui

VALUTARE PER INSEGNARE. Dalle competenze alla costruzione del curricolo
e per i video del seminario del 6 marzo 2015 clicca qui

VALUTARE PER INSEGNARE. Realizzare il curricolo clicca qui

VALUTARE PER INSEGNARE. "Chi ha paura delle prove INVALSI?" clicca qui



^ Torna al menu
Mario Comoglio
LA PROFESSIONALITÀ DOCENTE NELLA SCUOLA DEL XXI° SECOLO


Intervento del prof. Mario Comoglio, docente di didattica all'Università Salesiana di Roma, ha passato anni di studio e di esperienza negli Stati Uniti. E' autore di diversi testi fondamentali per chi si accosta all'apprendimento cooperativo.



Innanzitutto un saluto a tutti.

Nel momento in cui sentivo raccontare la storia da Norm Green, ho ripensato a quella che poteva essere la nostra storia. Ricordo quando, forse quattro anni fa, abbiamo cominciato a Torino il primo corso di cooperative learning. Eravamo un gruppo molto sparuto: credo che arrivassimo a trenta persone, non di più e abbiamo svolto il corso all’Oasi di Cavoretto. Da quelle trenta persone di allora, adesso siamo tanti: il che vuol dire che, in questi anni, si è fatto molto lavoro, nonostante le difficoltà, nonostante i molti problemi che conosciamo e quelli che ci sono venuti da contesti politici o altre cose del genere.

La riunione di oggi rappresenta per me una grande speranza, una grande possibilità di innovazione che stiamo costruendo e che è la base per fare quello che Green ha detto: “credere in noi stessi per poter cambiare”. Fare questo è un grande miracolo.



L’argomento che mi è stato chiesto di sviluppare cercherà di descrivere e definire l’insegnante del XXI° secolo. Per riuscire a descriverlo, ho pensato di contrapporlo ad una sorta di identikit di insegnanti che nell’arco di un secolo si sono succeduti.



Mi scuserete se risulto approssimativo, ma ho cercato di sottolineare gli elementi più significativi. La nostra scuola si è inizialmente fondata su un insegnante molto ben preparato nei contenuti. Il buon insegnante era quello che sapeva spiegare molto bene, che era chiaro e molto aggiornato nella conoscenza della sua disciplina, che possedeva anche delle buone capacità di rapporto, nonché una carica umana che riusciva a trasmettere ai suoi allievi. Il programma che insegnava s’integrava bene con tutte le discipline dei colleghi perché esisteva un programma definito per tutti e l’insegnamento era strutturato, grosso modo, sul modello “tayloristico”: “suddividere il lavoro in parti, in modo che le piccole parti producano il tutto”. In un qualche modo si riproduceva, nel mondo della scuola, la catena di montaggio del mondo dell’industria: ognuno faceva quello che doveva fare, con compiti ben stabiliti e risultati da ottenere. Si credeva che, se ognuno avesse fatto quello che doveva fare, il prodotto sarebbe venuto fuori ben fatto. Non c’era un grande bisogno di collaborazione da parte degli insegnanti perché il programma era già suddiviso in modo collaborativo.

Tutto questo s’integrava anche con una particolare concezione. Dobbiamo collegare il ruolo dell’insegnante alla società e al contesto del suo tempo. Esisteva allora un concetto di apprendimento segnato dalla riproduttività di ciò che l’insegnante aveva fatto o detto. Tutti i ragazzi venivano interrogati all’esame su ciò che era il programma e il programma era ciò che era stato insegnato dall’insegnante. La cultura del tempo era prevalentemente verbale e l’apprendimento era prevalentemente da testo scritto. Il buon studente era quello che sapeva leggere e imparare dai libri, memorizzare cioè e schematizzare bene ciò che era scritto nei libri.

L’insegnante ricopriva anche una posizione sociale particolare: era una delle poche persone molto istruite e, come tale, era stimato riconosciuto da genitori e allievi.

Un tipo di scuola del genere era favorito da una struttura scolastica selettiva, per cui un insegnante che insegnava in un certo modo, aveva anche un pubblico adatto a quel suo modo d’insegnare.



Questo modo è andato cambiando intorno agli anni ’70 e ’90. Probabilmente sotto il grande influsso della psicologia cognitivista, le difficoltà dell’insegnante ad insegnare sono state risolte, cercando di conferirgli la capacità di insegnare le procedure più che le conoscenze.

Con lo sviluppo della televisione e di un tipo di cultura anche visiva, l’insegnante si è trovato in difficoltà a dovere insegnare solo parlando. Ma forse, poteva ritrovare i risultati, trasmettendo ai ragazzi le capacità per riuscire ad imparare. Sono famosi e diffusi, ancora adesso, molti libri che insegnano a leggere, a risolvere i problemi, ad applicare strategie diverse sui contenuti cognitivi. L’insegnante ha, cioè, perso competenze nella disciplina, per diventare una persona che sa insegnare come s’impara, più che insegnare ad apprendere ciò che si deve sapere.

Tutto questo è stato anche facilitato da una cultura che vedeva l’inizio della perdita del valore delle conoscenze e richiedeva all’insegnante di trovare la strada per arrivare, più che dire come arrivare. Basta ricordare come, intorno a quegli anni, si considerasse il ritardo mentale. Il ritardo mentale veniva giudicato come una mancanza di abilità procedurali cognitive rispetto alle conoscenzestesse.

Intorno all’insegnante, anche la società cambiava e il suo cambiamento era dovuto, da una parte all’accesso in massa alla scuola, dall’altra alla possibilità per molti di accedere all’università. L’insegnante ha così cominciato a perdere il suo ruolo e status sociale. Egli non era più “il” solo laureato, ma i genitori dei figli, per esempio, erano anch’essi laureati. Spesso, inoltre, vi è stata una svalutazione del laureato. L’insegnante è caduto dal suo status sociale per diventare uno che lavorava, grosso modo, come tutti, avendo una particolare qualifica universitaria che non era molto diversa da quella che altri possedevano e svolgevano un ruolo sociale molto comune.

Tutto ciò ha fatto sì che, all’interno della scuola, l’insegnante perdesse una posizione di rilievo suggerita dal voler cambiare lo stile d’insegnamento che aveva lui stesso ricevuto. Per cui, da una posizione d’autorità è passato ad un rapporto molto paritario con gli studenti. Possiamo collocare in questo tempo, da un punto di vista semiotico, i primi cambiamenti della posizione elevata della cattedra. È un segno dell’insegnante che scende per essere vicino allo studente.



Il momento successivo che possiamo qualificare più vicino a noi, è stato un po’ il cambiamento globale, una grande mareggiata, un terremoto o un maremoto che ha travolto tutto.

L’abbassamento e la perdita di status di fronte ai ragazzi e ai genitori ha significato un abbassamento generale di potere. È cambiata enormemente la quantità di conoscenza - e la conoscenza velocemente diventa obsoleta. Molti insegnanti sono finiti nel dubbio di cosa fare.

L’insegnante si è trovato nella situazione di non sapere più cosa insegnare, come insegnare, come trovare strumenti per vincere la superficialità dei ragazzi; si è, cioè, trovato sconvolto da nuove fonti e modalità di apprendimento dei ragazzi. I ragazzi imparavano dappertutto, fuorché a scuola e l’insegnante si è chiesto che cosa fare. Questo è stato il grande travaglio del nuovo insegnante. È in questa situazione che siamo arrivati verso la fine del secolo.



Da questo punto si aprono delle nuove prospettive, sviluppi o possibilità che possiamo intravedere nel futuro. È chiaro che oggi non si può neppure più definire quale sia la professionalità dell’insegnante. Molte volte, qualcuno afferma che l’insegnante è un professionista. Oggi sono molti gli autori che mettono in dubbio che l’insegnante sia un professionista, come abitualmente se ne parla nella società o nel mondo delle attività economiche: non tanto perché l’insegnante non abbia una professionalità, ma perché non possiede una professionalità paragonabile a quella cui spesso si fa riferimento. La professionalità dice ciò che uno deve sapere, quali sono i limiti entro cui opera e come essere preparato per i limiti e gli ambiti in cui opera. Prendiamo ad esempio l’architetto: fa parte della sua professionalità il fare case o cose di questo genere ed è molto ben definito. Anche il medico è molto ben definito (la cura delle malattie), e così anche lo psicologo nella sua professionalità. Non si sa più, invece, che cosa deve fare l’insegnante. Tali e diverse sono le situazioni e le occasioni di lavoro, che egli deve sapere di tutto e ciò che sa, può essere insufficiente da un momento all’altro.

Abbiamo visto, in questi anni, moltiplicarsi i bisogni di abilità che deve avere un insegnante, perché le classi sono eterogenee. Puoi infatti avere di fronte l’iperattivo, il ritardato mentale, il portatore di handicap, quello che viene da una famiglia di un certo tipo, quello che viene da un’altra. E la classe che hai quest’anno, sulla quale puoi organizzare e precisare la tua professionalità, può essere totalmente diversa l’anno successivo.



Tutto questo ha certamente creato molti problemi, ma al tempo stesso, penso che la riflessione di questi anni abbia rappresentato un grosso apporto per cercare di definire una nuova figura di insegnante.

In questi anni si sono infatti moltiplicate, forse come non mai, le risorse scientifiche cui fare riferimento per la risoluzione di problemi. Questo non significa che si conoscano tutte, ma ce ne sono a disposizione tantissime. Solo per citarne alcune molto immediate e forse più conosciute, pensiamo al cooperative learning e alle strategie che il cooperative learning suggerisce per risolvere molti problemi didattici. Pensiamo a tutto ciò che fa riferimento alle intelligenze multiple, alle teorie sull’intelligenza condivisa o alla riflessione fatta sulla cognizione situata, a tutta la teoria che deriva dal costruttivismo per implementare, in un modo diverso, l’insegnamento. Esiste cioè una grande quantità di teorie a cui fare riferimento per problemi specifici, come esistono altre metodologie per risolvere un grossissimo problema che è quello di dare significatività all’insegnamento.

Chi di voi insegna, s’accorgerà senz’altro e avrà esperienza, di come i ragazzi non siano interessati a ciò a cui, invece, l’insegnante è interessato.

Alcuni insegnanti mi dicono che, insegnar ai ragazzi del liceo, non è facile. Ti chiedono continuamente: “ ma perché devo imparare le declinazioni o il greco?”. Qualsiasi materia che s’insegni, ha per i ragazzi un grosso ostacolo: la significatività di ciò che viene appreso. La significatività è il riuscire a dare significato a ciò che viene appreso ed è una delle grosse sfide che l’insegnante ha di fronte, perché non basta che, per me insegnante, sia significativo qualcosa, se non lo diventa anche per i ragazzi. Viceversa, il mio lavoro è pressoché fallimentare.



Esistono oggi tecniche e strategie per rendere e programmare in modo significativo l’apprendimento. L’insegnante, perso il ruolo principale di colui che spiega, dovrebbe assumere quello di sapere creare ambienti ricchi di apprendimento. Passato il tempo nel quale si era sicuri che il ragazzo ascoltava, studiava, capiva ciò che gli si spiegava, si è scoperto, come diceva Green prima, che s’impara facendo. Non è esattamente l’espressione di Dewey, ma vi si avvicina: s’impara perché si fa qualcosa su ciò che si deve imparare e, solo dal fare qualcosa, si produce un apprendimento.

L’insegnante non dev’essere più soltanto quello che spiega, ma quello che sa mettere i ragazzi nelle condizioni di fare le cose che devono imparare, presumendo e intuendo che, da ciò che faranno, impareranno il significato di ciò che debbono apprendere. Per questo, il ragazzo dev’essere estremamente responsabilizzato.

C’è stata un’epoca, che io chiamo di “insegnamento materno” dell’insegnante, nella quale l’insegnante ha creato dei ragazzi superprotetti nell’apprendimento, con libri che hanno tutto, insegnanti che fanno tutto, spiegano tutto, aiutano in tutto, capaci di dare supporti e incoraggiamenti di fronte ad ogni difficoltà. Questo non ha creato studenti migliori, ma probabilmente dei ragazzi meno capaci di capire l’importanza di ciò che devono apprendere e della fatica che richiede l’apprendimento.

Viviamo in una società che, noi adulti, troviamo sempre più complessa, difficile, sempre meno comprensibile, non irrazionale ma certamente sempre più a-razionale, dove l’imprevedibile è il quotidiano. Per questo si richiede che l’insegnante acquisiti una nuova abilità: di sapere preparare gli studenti a questo nuovo mondo.



Quand’ero studente avevo davanti a me un futuro che potevo tracciare in maniera molto lineare, dal punto in cui ero al punto in cui volevo arrivare. Per arrivarci bastava che m’impegnassi quotidianamente.

Oggi il mondo non è più così, né sarà più così. Dicevo a qualcuno, leggendo un documento dello Stato del Maine, che la previsione di questo secolo è che una persona, nella sua vita, dovrà cambiare nove professioni. Il che vuol dire che non potrai prepararti per una sola professione, ma quando sarai preparato per una, non saprai quali sono le altro otto e lo dovrai scoprire, momento per momento.

Preparare i ragazzi per la vita futura, non vuol più dire prepararli per una professionalità ben definita.

Noi abbiamo assistito in questi anni ad un grande cambiamento. Pensate a cosa sono stati gli anni Ottanta rispetto ad oggi. Riuscite ad immaginare cosa saranno gli anni 2030? Eppure bisognerebbe essere molto preparati per questo. L’insegnante della fine del 2000 è un insegnante senza speranza perché non ha futuro, non sa dove andare, dove “tirare la barca”.

Dovremmo avere, come ha detto Green, una visione. Ma pensate ad un altro fatto apparso sui giornali: ossia al fatto che Bush abbia fatto il progetto per il 2020. Noi tutti sappiamo che basta poco perché quel 2020 non avvenga mai. Ma guai a non avere oggi un progetto per il 2020! Questo significa creare quello che diceva Green, che io condivido molto e che è tipico della cultura anglosassone: imparare che il futuro non è qualcosa che arriverà, ma qualcosa che tu costruisci.



L’insegnante di oggi deve avere una capacità di costruire il futuro, di credere che ciò che sta facendo prepara quello che sarà il futuro. Non lo aspetta ma lo anticipa, lo prevede. E ci sono delle abilità che oggi sono assolutamente chiare. Per esempio, la complessità dei problemi esige collaborazione.

La scuola deve preparare, altrimenti scoppierà la cultura. Deve preparare a livelli di pensare molto elevato. Non possiamo immaginare un futuro di cittadini che non pensino e che siano superficiali. L’insegnante deve essere una persona che educa alla collaborazione, anche multiculturale. Le minoranze emarginate, infatti, hanno sempre creato grossi problemi alla convivenza civile e fisica delle persone.

L’insegnante di domani deve essere capace di ristabilire la connessione tra cultura e scuola. Abbiamo creato una scuola senza cultura dove si apprendono, per lo più, conoscenze inerti che non hanno un valore e un significato culturale, che vengono apprese per l’esame, per un titolo o per altri scopi, fuorché quello di arricchire la propria mente e la propria esperienza umana.

L’insegnante deve accorgersi che l’apprendimento non può essere solo verbale, oggettivo o trasmissivo, ma deve essere pieno di altre implicazioni. Non puoi insegnare in modo significativo e motivato a un ragazzo che non ha la stima di sé. Non puoi insegnare cose significative a un ragazzo se non ne capisce il significato e non comprende perché deve fare sacrifici per ciò che deve apprendere. L’apprendimento non è solo questione di abilità e di capacità elaborative. È frutto di un’intera personalità equilibrata che deve essere educata attraverso ciò che s’insegna.

L’insegnamento è strumento per lo sviluppo di una personalità e bisogna ricorrere e sapere selezionare, tra tutte le metodologie, quelle che si ritengono più utili per lo sviluppo di una personalità, e non semplicemente per un apprendimento ripetitivo o riproduttivo.

Ci sono dei sistemi molto buoni per fare riprodurre ai ragazzi ciò che s’insegna. Bisogna vedere quali effetti può avere un tale apprendimento sull’intera personalità del ragazzo, perché, alla fine, è l’intera personalità che io educo attraverso ciò che insegno.

Capire tutto questo, usare strategie per tutto questo, richiede una professionalità mal definita, un insegnante, cioè, che abbia dei confini più sfumati: a volte deve essere più psicologo, altre volte più educatore, altre volte più autoritario. E deve sviluppare tutto questo insieme, in una sua personalità integrata che diventa un modello di uomo di domani.



L’insegnante non è più colui che è esperto soltanto nella sua disciplina. Per cambiare tutto questo, bisogna cambiare noi stessi e la nostra idea d’insegnante e assumere una nuova prospettiva di personalità. Bisogna anche cambiare la scuola e i colleghi. Questo è il miracolo di cui parlavo: riuscire a vedere l’enormità delle cose da fare, non aspettare i sette angeli dal cielo, ma credere che possiamo farcela e possiamo cambiare, anche perché, forse, decidiamo più il futuro noi nella scuola, che non i governi e i politici che si susseguono. Il futuro della società dipende dalla scuola.

In un colloquio che abbiamo avuto prima di cominciare, Green mi diceva: “quando ho visto tutta la scuola e la crisi economica in cui eravamo, mi sono convinto che la soluzione di tutti i nostri problemi sarebbe stata avere un livello molto più elevato di buona educazione - nel senso di educazione complessiva - dei nostri ragazzi”.



Noi abbiamo una grossa responsabilità e credo che dovremmo lavorare molto per farci riconoscere questo tipo di ruolo e di professionalità, che non è paragonabile a quello di un medico o di un tranviere. È una cosa diversa.

Grazie a tutti voi.




immagini - [334848 bytes]
elettronica - [99840 bytes]
Scarica la placemap - [40960 bytes]
Scarica la placemap - [47104 bytes]
modulo per richiedere formazione - [27648 bytes]
Scarica la placemap - [44544 bytes]
Scarica la bozza - [29184 bytes]
Scarica la placemap - [0 bytes]
Scarica la placemap - [135168 bytes]
concetti elettrotecnica - [296148 bytes]
tabella_lettura.doc - [67072 bytes]
storia2.rtf - [14105 bytes]
storia1.doc - [39936 bytes]
storia3.rtf - [23290 bytes]
infanzia_monfrino.ppt - [81920 bytes]
Scarica l'articolo in PDF - [467365 bytes]
modulo per iscriversi - [8354 bytes]
Modulo per partecipare ai corsi - [30004 bytes]
MODULO PER PARTECIPARE - [33280 bytes]
MODULO PER PARTECIPARE - [33280 bytes]
MODULO PER PARTECIPARE - [33280 bytes]
calendario zone - [46592 bytes]
gran_bretagna.doc - [25088 bytes]
presentazione attività - [24064 bytes]
gruppo_esperti_1.doc - [42496 bytes]
gruppo_esperti_2.doc - [61952 bytes]
gruppo_esperti_3.doc - [52224 bytes]
accoglienza.rtf - [197096 bytes]
tabella comuni/zone - [68608 bytes]
coniugazione verbi - [885349 bytes]
appcoopgenitori.doc - [38400 bytes]
ripassoc.l.2^.doc - [164864 bytes]
verrip1.2.xls - [20992 bytes]
simulazione aziendale - [79360 bytes]
scrittura testi - [117760 bytes]
scienze sperimentali - [45056 bytes]
locandina - [802378 bytes]
PROGRAMMA INCONTRO - [32768 bytes]
inventare_problemi.pdf - [1247049 bytes]
programma giornata - [43008 bytes]
locandina - [179398 bytes]
programma dettagliato - [30720 bytes]
corners - [117248 bytes]
caccia al tesoro per piccolini - [235008 bytes]
alcuni dati sulla partecipazione - [205312 bytes]
think-pair-share - [23040 bytes]
i dati della partecipazione - [140800 bytes]
studiare in apprendimento cooperativo - [980259 bytes]
insegnare_absociali.pdf - [0 bytes]
collodi_rondissone.doc - [39936 bytes]
racconta le tue vacanze - [964856 bytes]
obiettivi anno 2004/2005 - [20480 bytes]
valutazione autentica di M. Comoglio - [78995 bytes]
locandina_ix_conferenza.pdf - [219559 bytes]
mat__invalsi_2018h.pdf - [3736071 bytes]
copertinainvalsi.pdf - [263557 bytes]
microonde_cartaceo_per_superiori_def.pdf - [705166 bytes]
bambini_hc.pdf - [1225630 bytes]
scheda confronto gruppi - [25600 bytes]
la storia del progetto - [989696 bytes]
studiare storia in 3°media - [890276 bytes]
primaelem.pdf - [0 bytes]
Jigsaw geografia - [900752 bytes]
lettura dei dati - [43520 bytes]
la lettura dei dati - [47104 bytes]
2_inc._grugliasco_.doc - [23552 bytes]
programma del seminario - [1320076 bytes]
attività a coppie - [50176 bytes]
elenco docenti disponibili - [19968 bytes]
grafici sull'indice di gradimento - [126464 bytes]
Strutture cooperative (dal sito di Scintille.it) - [165888 bytes]
modulo di adesione - [41472 bytes]
modulo di adesione - [41472 bytes]
modulo adesione corsi al Cesedi - [43520 bytes]
modulo di adesione corsi nelle zone - [48640 bytes]
modulo di adesione ai laboratori - [33280 bytes]
module adesione corsi centralizzati - [43520 bytes]
modulo adesione corsi nelle zone - [48640 bytes]
modulo adesione laboratori - [41472 bytes]
i dati in dettaglio - [156672 bytes]
modulo di iscrizione - [32256 bytes]
programma.pdf - [34418 bytes]
workshop chimica 1 - [63488 bytes]
workshop chimica 2 - [41472 bytes]
workshop Portfolio - [160256 bytes]
workshop matematica 1 - [47616 bytes]
workshop matematica 2 - [269425 bytes]
Portfolio - [160256 bytes]
chimica1.doc - [63488 bytes]
chimica2.doc - [41472 bytes]
chimica3.doc - [21504 bytes]
workshop chimica 3 - [21504 bytes]
modulo di adesione corsi base di zona - [54784 bytes]
slides dell'intervento - [293888 bytes]
le 40 Parole Chiave più utilizzate - [32256 bytes]
n. visitatori al giorno - [206336 bytes]
n.files, pagine, visite... - [46592 bytes]
La classifica dei paesi di origine dei visitatori: - [58368 bytes]
Dati partecipazione al convegno - [236032 bytes]
grafici - [65024 bytes]
come abbiamo lavorato - [20992 bytes]
materiali - [68096 bytes]
lucidi - [32256 bytes]
problem solving cooperativo - [418816 bytes]
Round Robin - [39424 bytes]
programma convegno - [34418 bytes]
esperienza - [129024 bytes]
articolo in cartellina - [222020 bytes]
articolo in cartellina - [45288 bytes]
articolo in cartellina - [137224 bytes]
come abbiamo lavorato - [39424 bytes]
pubblicazioni - [11072 bytes]
contributo prof.Valitutti - [67471 bytes]
fullan.pdf - [22291 bytes]
problem solving 3 - [36352 bytes]
problem solving 1 - [50688 bytes]
problem solving 2 - [47104 bytes]
il problem solving - [184832 bytes]
la vita nova in coop.learning - [42496 bytes]
insegnare le abilità sociali - [57856 bytes]
accoglienza in coop.learning - [37376 bytes]
coop.learning in geografia - [26112 bytes]
contributo prof.ssa Pesci - [147715 bytes]
grafici sull'indice di gradimento - [164352 bytes]
intervento prof.ssa Varisco 1 - [822272 bytes]
descrizione percorso - [77818 bytes]
descrizione percorso - [941115 bytes]
Come costruire le competenze - [202752 bytes]
Gli oggetti di apprendimento - [2172416 bytes]
compito di prestazione finale - [31744 bytes]
piano di domande progressive - [125440 bytes]
check list conclusiva - [84992 bytes]
ariosto1.pdf - [652223 bytes]
ariosto2.pdf - [445212 bytes]
ariosto12.pdf - [113344 bytes]
ariosto11.pdf - [138701 bytes]
ariosto3.pdf - [540093 bytes]
ariosto7.pdf - [99747 bytes]
ariosto9.pdf - [63218 bytes]
ariosto4.pdf - [123445 bytes]
ariosto5.pdf - [619574 bytes]
ariosto6.pdf - [129192 bytes]
ariosto8.pdf - [172735 bytes]
ariosto10.pdf - [97450 bytes]
ariosto11.pdf - [138701 bytes]
ariosto12.pdf - [113344 bytes]
ariosto13.pdf - [155659 bytes]
ariosto14.pdf - [233442 bytes]
ariosto15.pdf - [95971 bytes]
ariosto16.pdf - [236607 bytes]
intervento prof.ssa Varisco - [154624 bytes]
allegati - [100352 bytes]
il contributo del prof. Trinchero - [184690 bytes]
contributo prof.Cristanini - [121601 bytes]
contributo prof. Cacciamani - [49383 bytes]
Slides utilizzate - [145920 bytes]
problem solving individuale - [105984 bytes]
problem solving in gruppo - [136704 bytes]
autovalutazione - [19968 bytes]
knowledge building - [33280 bytes]
costruire rubriche - [64000 bytes]
portfolio cooperativo - [54784 bytes]
programma giornata - [43520 bytes]
il manifesto del convegno - [247949 bytes]
convegno_bolzano_manif.jpg.pdf - [247949 bytes]
pillole di didattica - articolo integrale - [75776 bytes]
la locandina del convegno - [553611 bytes]
il programma - [23040 bytes]
aspettative, concetti chiave e conclusioni - [24576 bytes]
questionari di valutazione - [1004544 bytes]
Apprendere attraverso la cooperazione dei compagni - [113664 bytes]
Costruire contesti significativi sintesi - [37888 bytes]
preparare caffè cooperativo - [318464 bytes]
autovalutazione lavoro - [24576 bytes]
rubrica di valutazione - [31744 bytes]
p.solving costruiti dai partecipanti - [556544 bytes]
Pracatinat tour - [253023 bytes]
l'ambiente - [272346 bytes]
origine del nome - [155408 bytes]
il centro di soggiorno - [475858 bytes]
coop.learning per il ripasso - [67584 bytes]
lo sviluppo della conoscenza numerica - [487342 bytes]
cooperative learning - [140288 bytes]
i disturbi dell'apprendimento - [126976 bytes]
difficoltà di calcolo e discalculia evolutiva - [732672 bytes]
competenza e disabilità nella soluzione dei problemi - [155893 bytes]
abilità cognitive e soluzione dei problemi matematici - [1989632 bytes]
modelli teorici di apprendimento - [534016 bytes]
centrodisoggiorno.pdf - [475858 bytes]
programma e modalità iscrizione - [265623 bytes]
Coop. learning e laboratorio di informatica - [126976 bytes]
L'articolo di Stefano Merlo (Repubblica 27 maggio 2006) - [1894670 bytes]
C.L. e latino - [67584 bytes]
Le Parole della Scienza I C. Falconara - [628736 bytes]
modulo iscrizione - [34304 bytes]
4. ripasso equazioni di 1 ° grado numeriche intere - [33280 bytes]
1. Scienza della terra: il ciclo litogenetico, minerali e rocce - [37888 bytes]
1. Scienze della terra:Lo spazio lontano - [37376 bytes]
3. Biologia: Apparato riproduttore - [36864 bytes]
2. Biologia:Struttura e dinamica della litosfera - [38912 bytes]
1. Biologia: Il sangue e l'urina - [39424 bytes]
C.L. informale in lingua inglese_1 - [41984 bytes]
C.L. informale in lingua inglese_2 - [39936 bytes]
C.L. informale in lingua inglese_3 - [311808 bytes]
3.ripasso equazioni di 1 ° grado intere e fratte. - [32256 bytes]
2. ripasso equazioni di 1 ° grado intere e fratte - [32256 bytes]
1.ripasso equazioni di 1 ° grado intere e fratte. - [32256 bytes]
utilizzo carta a T - [36352 bytes]
Ic Coazze Giaveno - [110592 bytes]
Scuola infanzia Monti - [896000 bytes]
descrizione attività - [108032 bytes]
angolo visuale - [47104 bytes]
camera oscura - [72192 bytes]
parallasse - [44544 bytes]
sole nel foro - [46080 bytes]
talete nave - [45568 bytes]
talete piramide - [37376 bytes]
cilindro graduato - [38912 bytes]
foglia - [44032 bytes]
linea curva - [36352 bytes]
feedback - [44032 bytes]
note osservative - [25600 bytes]
riflettiamo un po' - [33280 bytes]
riordiniamo le idee - [28160 bytes]
cl per la matematica - [37888 bytes]
dettagli della proposta - [33078 bytes]
lingua spagnola - [71168 bytes]
questionario di valutazione:grafici - [204800 bytes]
volantino_facilitatori_cesedi.doc - [44544 bytes]
programma.doc - [30720 bytes]
allegato 1 tabella per la lettura a coppie - [18921 bytes]
allegato 2 tab. nascita dello stato - [16861 bytes]
allegato 3 tab. eccezione greca - [22565 bytes]
allegato 4. lucido - [23431 bytes]
programma - [47104 bytes]
laboratori - [56320 bytes]
contenuti dei workshops in italiano - [136704 bytes]
Slider - [216576 bytes]
modulo di adesione - [52224 bytes]
articolo_di_paolo_scorzoni.doc - [41472 bytes]
bibliografia.doc - [34816 bytes]
cinque dita - [39424 bytes]
come applicare il cooperative learning - [50176 bytes]
FIND SOMEONE WHO - [33792 bytes]
i fondamenti teorici - [45568 bytes]
strutture utilizzate - [33792 bytes]
Istruzioni per l'attività "TE CUENTO UN CUENTO" - [32768 bytes]
artcolo di Paolo Scorzoni - [117676 bytes]
articolo di Comoglio - [35328 bytes]
materiale di Scintille.it - [55296 bytes]
materiale di Scintille.it - [50688 bytes]
interdipendenza positiva:il jigsaw - [41984 bytes]
materiale di Scintille.it - [57856 bytes]
materiale di Scintille.it - [61440 bytes]
cooperative learning o lavoro di gruppo? - [100679 bytes]
alcuni lucidi - [183442 bytes]
accoglienza - [20992 bytes]
abilità comunicative - [24064 bytes]
grafici sul gradimento del corso - [1546752 bytes]
modulo di iscrizione - [35328 bytes]
materialiprodotti_placemap.htm - [8338 bytes]
materialiprodotti_5dita.htm - [11947 bytes]
Attività per scula materne - [30720 bytes]
modulo iscrizione - [29184 bytes]
alberghi - [90624 bytes]
programma - [76800 bytes]
Il lavoro dei gruppi - [1990722 bytes]
locandina - [668186 bytes]
strutture - [30720 bytes]
Articolo completo di Elena Fazi sul Convegno - [66071 bytes]
questionario di valutazione - [1296384 bytes]
intervento di Ellerani - [82432 bytes]
Programma delle giornate di convegno - [135168 bytes]
programma dettagliato delle giornate - [117760 bytes]
modulo di adesione - [34816 bytes]
modulo di adesione - [34816 bytes]
locandina - [834967 bytes]
Calendario - [232960 bytes]
creare_interazioni-1.docx - [365034 bytes]
grafici - [384512 bytes]
modulo adesione - [261753 bytes]
curriculum vitae - [100352 bytes]
locandina in A3 - [402319 bytes]
volantino in A4 - [236650 bytes]
volantino informativo - [308736 bytes]
adesione ai pomeriggi - [75264 bytes]
adesione facilitatori e referenti - [58368 bytes]
adesione progetto materne - [21504 bytes]
Il rapporto Bales - [143397 bytes]
adesione corsi - [62976 bytes]
slides dell'incontro - [832565 bytes]
biografia prof. Balzani - [25435 bytes]
abstract prof. Balzani - [15902 bytes]
biografia prof. Reinhard - [19030 bytes]
abstract prof. Reinhard - [54875 bytes]
biografia prof. Young - [16601 bytes]
abstract prof. Young - [47722 bytes]
locandina per le scuole - [122031 bytes]
scheda di adesione - [104765 bytes]
programma - [176128 bytes]
locandina_siem.pdf - [1951413 bytes]
curriculum Riccarda Viglino - [64293 bytes]
modulo adesione - [40960 bytes]
modulo di adesione - [29184 bytes]
curriculum vitae Brancadoro - [31232 bytes]
materiale distribuito nel corso del pomeriggio - [650105 bytes]
modulo di iscrizione - [32768 bytes]
curriculum vitae Angelo Chiarle - [110346 bytes]
Programma del convegno - [194576 bytes]
invito - [1242229 bytes]
curriculum vitae - [58368 bytes]
curriculum vitae
- [175480 bytes]

dipietro.curriculum01_11.pdf - [45557 bytes]
curriculum_riccarda_8.pdf - [64293 bytes]
curriculum.francesco.correttodoc.doc - [1730560 bytes]
curriculum vitae Viglino - [64293 bytes]
materiali di lavoro - [100352 bytes]
attivita_riccarda_mate.pdf - [60451 bytes]
modulo_di_adesione.borghi.doc - [65024 bytes]
strutture cooperative utilizzate - [86528 bytes]
compito di prestazione per un futuro avvocato - [27136 bytes]
Autovalutazione sull'attività di teatro - [27136 bytes]
curriculum vitae Sabrina Ortega - [25088 bytes]
prove INVALSI per la seconda elementare - [1556923 bytes]
prove INVALSI per la terza media - [214096 bytes]
Rubrica di valutazione Pracatinat - [31232 bytes]
Pannello sulle emozioni - [32768 bytes]
Attivita sulla rabbia - [33280 bytes]
Il progetto - [91136 bytes]
mappa dell'unità didattica - [26112 bytes]
curriculum.francesco.correttodoc.doc - [1730560 bytes]
curriculum.francesco.correttodoc.doc - [1730560 bytes]
materiale utilizzato - [40960 bytes]
curriculum vitae Mastrogiacomo - [1730560 bytes]
scheda_corso_base_superiori.pdf - [19913 bytes]
gradimento.doc - [695808 bytes]
scheda adesione - [61440 bytes]
locandina - [684428 bytes]
prove INVALSI per la quarta elementare - [2218224 bytes]
cv_danila_favro_9.pdf - [57196 bytes]
locandina - [266240 bytes]
lettere-e_didattica.pdf - [343890 bytes]
fascicolo delle proposte formative - [136704 bytes]
cv_brancadoro.pdf - [6496 bytes]
cv_isabella.pescarmona_35.pdf - [324544 bytes]
locandina - [949248 bytes]
curriculum_michelon.pdf - [270583 bytes]
Locandina: Fare Scienza, insegnare Scienza - [266240 bytes]
Locandina corso ''La gestione della classe'' di Pavarin - [42569 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di adesione - [25600 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
modulo di pre-iscrizione - [38400 bytes]
c.v._bergamo_giugno2014_37.pdf - [341519 bytes]
locandina - [204791 bytes]
locandina - [266240 bytes]
locandina - [42573 bytes]
locandina - [286526 bytes]
presentazione Chiara Riello - [141262 bytes]
modulo di adesione - [40960 bytes]
modulo di adesione - [40960 bytes]
modulo di adesione - [32256 bytes]
adesione via fax - [156672 bytes]
adesione via mail - [156672 bytes]
Programma delle giornate - [491005 bytes]
locandina - [100997 bytes]
locandina - [40182 bytes]
locandina - [158144 bytes]
diritto_alle_capacita.pdf - [94614 bytes]
valutazione autentica di M. Comoglio - [78995 bytes]
scheda di iscrizione - [140440 bytes]
Scuola dell'infanzia piazza Guala (organizzare una classe cooperativa) - [772355 bytes]
Scuola dell'infanzia via Pisacane - [485130 bytes]
presentazione Elena Ramonda - [171074 bytes]
Scuola dell'infanzia via Isler - [279809 bytes]
Scuola dell'infanzia Corso Cincinnato - [7649828 bytes]
MODULO DI ADESIONE - [9216 bytes]
Scuola dell'infanzia piazza Guala (giro di tavolo) - [253312 bytes]
documentazione della premiazione
- [2036736 bytes]

IC Coazze-Giaveno
- [77844 bytes]

locandina
- [1444740 bytes]

locandina
- [58582 bytes]

locandina, programma, modulo di adesione
- [215644 bytes]

divario_di_genere_in_matematica_nota_7576.24-04-2018.pdf - [156770 bytes]
locandina
- [797664 bytes]

Investigazione e apprendimento
- [249629 bytes]

modulo per l'iscrizione
- [28160 bytes]

presentazione_del_progetto.doc - [34304 bytes]
modulo_di_partecipazione_al_progetto.docx - [73047 bytes]
Scheda di iscrizione
- [31232 bytes]

def._9_giugno_prof._mario_comogl.pdf - [123327 bytes]
allegato_di_cercare.docx - [22580 bytes]
modulo iscrizione - [27136 bytes]
locandina
- [2778107 bytes]

Primo livello
inviare via
mail o via fax al n. 011 4439220 - [28160 bytes]
Prossecuzione del percorso
inviare via
mail  o via fax al n. 011 4439220 - [28160 bytes]
locandina_invalsi_2018.pdf - [2510866 bytes]
scheda_di_iscrizione_4_e_5_settembre.doc - [179200 bytes]
5. Mese di prova
- [99840 bytes]

4. Funziona classe
- [34304 bytes]

Strategie per riuscire
- [29696 bytes]

1. Sintesi
- [30720 bytes]

2. Programma
- [32256 bytes]

3. Attenzione pedagogica percepita - [40960 bytes]
modulo di adesione - [25088 bytes]
modulo di adesione - [26624 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
2. modulo adesione "apprendere la lettoscrittura" - [26112 bytes]
7. modulo adesione "come insegnare una seconda lingua" - [25600 bytes]
4. modulo adesione "competenze van cercando" - [26112 bytes]
6. modulo adesione "disposizione della mente" - [25088 bytes]
1. modulo adesione "educare le disposizioni della mente" - [31744 bytes]
8. modulo adesione "imparare a studiare" - [25088 bytes]
9. modulo adesione "insegnare storia" - [25088 bytes]
3. modulo adesione "l'apprendimento cooperativo per la lotta al disagio e alla dispersione
- [26624 bytes]

5. modulo adesione  "matematica e prove invalsi" - [25088 bytes]
Modulo di iscrizione
- [26112 bytes]

modulo di iscrizione - [31744 bytes]
modulo di iscrizione
- [26624 bytes]

modulo di iscrizione
- [26112 bytes]

modulo di iscrizione
- [25088 bytes]

modulo di iscrizione
- [25088 bytes]

modulo di iscrizione
- [25600 bytes]

modulo di iscrizione
- [25088 bytes]

modulo di iscrizione
- [25088 bytes]

locandina
- [1549312 bytes]

locandina
- [389697 bytes]

domande lavoro ai gruppi - [30208 bytes]
domande di lavoro sugli album - [32256 bytes]
lavoro a gruppi - [632541 bytes]
resoconto lavoro album - [39424 bytes]
resoconto lavoro di gruppo - [59392 bytes]
locandina - [805589 bytes]
modulo di adesione - [27648 bytes]
modulo di adesione - [27648 bytes]
modulo di adesione - [27648 bytes]
modulo di adesione - [26624 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
modulo di adesione - [27648 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
modulo di adesione - [26624 bytes]
modulo di adesione - [27136 bytes]
locandina informativa sull'evento - [215752 bytes]
curriculum_vitae_maurizio_dicembre_2015.doc - [41984 bytes]
Indurre attenzione   Brainstorming  
- [35840 bytes]

Indurre attenzione        Aspetti    
- [75264 bytes]

locandina del convegno - [267985 bytes]
locandina dell'evento - [330269 bytes]
curriculum Angelo Chiarle - [110390 bytes]
il_profilo_marco_falasca_08_09_15.pdf - [335031 bytes]
cv__claudio.berretta___4.pdf - [238184 bytes]
brochoure del Convegno - [877190 bytes]
cv_chiarle_31.pdf - [130332 bytes]
cv__bruna_laudi_58.pdf - [264195 bytes]
scheda_ciclo_apprendimento_cesedi_25-maggio-1.pdf - [137433 bytes]
3_abilita_sociali_23.doc - [27136 bytes]
curriculum Maria Grazia Bergamo - [341519 bytes]
locandina - [238428 bytes]
brochoure delle sessioni parallele (indicazioni temi, conduttori, sede) - [256519 bytes]
tempalte_iscrizione_def-_it.doc - [482816 bytes]
modulo per l'iscrizione - [26112 bytes]
locandina
- [389697 bytes]

cv_valentini_51.pdf - [13525 bytes]
Unità didattica - [60857 bytes]
la_voce_del_popolo_29_01_2012.pdf - [497851 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
barbara_133023.bmp - [4915254 bytes]
1_mod_adesione_formaz_doc.doc - [27136 bytes]
percorso-materne.ppt - [20958208 bytes]
Allegato 1 : immagini corners - [190464 bytes]
Allegato 2: scelta per corners - [28160 bytes]
Allegato 3: ruoli - [153088 bytes]
Allegato 4: scheda di valutazione - [108032 bytes]
Allegato 5: round robin - [34304 bytes]
Allegato 6: risultato delle attività - [7164416 bytes]
Risultati - [29184 bytes]
Regole e diritti - [134065 bytes]
Immagini per corners - [519168 bytes]
relazione 1998 - [66071 bytes]
curriculum_vitae_berretta_claudio_form_eur_sito.pdf - [267588 bytes]
25_ottobre_2017(2).pdf - [148599 bytes]
locandina - [872448 bytes]
curriculum Enrica Bricchetto - [1896090 bytes]
la relazione sull'andamento - [43520 bytes]
adesione-cl-lab.doc - [41472 bytes]
adesione-cl-zone.doc - [48640 bytes]
modulo di adesione - [26112 bytes]
1_valutazione_competenze.doc - [26624 bytes]
2_corso_coop_learning.doc - [26624 bytes]
20_oltre_il_silenzio.doc - [26112 bytes]
3_rapporti_famiglie.doc - [26112 bytes]
4_organizzazione_scuola.doc - [26112 bytes]
5__quattro_passi_matematica.doc - [26112 bytes]
6_coooperazione_per_educ_scientifica.doc - [26112 bytes]
7_progetto_profiles..doc - [26112 bytes]
8_insegnare_latino_greco.doc - [26112 bytes]
9_il_fumetto.doc - [25600 bytes]
12_difficolta_aprrendimento.doc - [26112 bytes]
13_gestire_classi_complesse.doc - [26624 bytes]
14_insegnare_storia.doc - [26112 bytes]
15_innovare_curricoli.doc - [26112 bytes]
16_pisa_2012.doc - [27136 bytes]
17_laboratorio_programmazione_cooperativa.doc - [26112 bytes]
18_relazione_con_il_mondo.doc - [26112 bytes]
19_insegnanti_motivati.doc - [26112 bytes]
susa_feedback_del_22.doc - [17920 bytes]
14_insegnare_storia.doc - [26112 bytes]
progetto_gri_2012_c.pdf - [108486 bytes]
12_difficolta_aprrendimento.doc - [26112 bytes]
13_gestire_classi_complesse.doc - [26624 bytes]
cl_e_mappe_cesedi.pdf - [1452074 bytes]
1-mod-adesione-formazione-docenti.doc - [27648 bytes]
progetto-gis-cesedi_2017_18.pdf - [152434 bytes]
19_insegnanti_motivati_87.doc - [26112 bytes]
articolo_corso_gentile_.pdf - [184666 bytes]
susa_programma_del_22_marzo.doc - [18432 bytes]
susa_feedback_del_13.doc - [14336 bytes]
susa_programma_del_13.doc - [14848 bytes]
chivasso_resume_i_incontro.pdf - [97008 bytes]
chivasso_costa,_formare_le_«abitudini_mentali»_apprendimenti_che_permangono.pdf - [134615 bytes]
chivasso_dispensa_verolengo_2013.pdf - [3119323 bytes]
chivasso_intervista_a_elio_damiano.pdf - [150848 bytes]
susa_cos_e__una_rubrica.doc - [27648 bytes]
susa_valutazione_autentica.doc - [34304 bytes]
susa_vantaggi_rubriche.doc - [29184 bytes]
susa_programma_dell_8_aprile.doc - [18944 bytes]
susa_schema_x_progettazione.doc - [13312 bytes]
susa_ulteriori_suggerimenti.doc - [14336 bytes]
cv__bruna_laudi_49.pdf - [264195 bytes]
cv_stornello_13_44.pdf - [73888 bytes]
programma_corso_base_57.pdf - [37509 bytes]
curriculum Caterina Grignolo - [231943 bytes]
curriculum Bruna Laudi - [322879 bytes]
curriculum Elena Melita - [31974 bytes]
curriculum Isabella Pescarmona - [266239 bytes]
curriculum Carmelo Stornello - [83143 bytes]
modulo_adesione_buone_pratiche.doc - [27136 bytes]
articolo_pescarmona_chieri_2013_rev.pdf - [49916 bytes]
programma_corso_chieri_2pescarmona_2012-13.pdf - [16124 bytes]
programma_materne_casalegno.pdf - [256952 bytes]
seminario_07092013.pdf - [231470 bytes]
20c_chivasso_2013.pdf - [266058 bytes]
campus_chieri_2013.doc - [139776 bytes]
valutazione_e_certificazione__competenze.doc - [28160 bytes]
corso__base_apprendimento_cooperativo.doc - [26624 bytes]
modulo_porte_aperte_72.doc - [26624 bytes]
cooperazione_didattica_per_educazione__scientifica.doc - [27648 bytes]
laboratorio_scienze.doc - [26624 bytes]
spettacolo_magie_della_scienza.doc - [25600 bytes]
matematica_al_volo.doc - [26624 bytes]
programmare_e__insegnare_storia.doc - [26624 bytes]
introduzione_al_riassunto.doc - [26624 bytes]
prendere_i_ragazzi.doc - [26112 bytes]
narrare_altrimenti_la_storia.doc - [26624 bytes]
osservatorio_tic.doc - [26624 bytes]
go1_valutare_x_insegnare-definitivo1_rev1.pdf - [1149139 bytes]
locandina_corso_8marzo.pdf - [79548 bytes]
costruire_competenze.doc - [288768 bytes]
QUADRO D'INSIEME - [56320 bytes]
Domanda iniziale - [37888 bytes]
Vignette - [163840 bytes]
Scelte - [57344 bytes]
Tabella - [114688 bytes]
Bersaglio - [23552 bytes]
Esempio - [27648 bytes]
Presentazione - [29696 bytes]
Scheda SA - [172032 bytes]
Profilo - [64000 bytes]
SLIDE - [474112 bytes]
modulo_p_aperte_52.doc - [26112 bytes]
secondo_fascicolo_rev_16_11_2015.pdf - [775812 bytes]
locandina6.doc - [32768 bytes]
aria_e_suoi_componenti.pdf - [1153040 bytes]
portale-chimica.pdf - [261873 bytes]
corso_di_apprendimento_cooperativo_brusasco.pdf - [51499 bytes]
pieghevole_programma_scienza_2014_prima_pagina.pdf - [551254 bytes]
pieghevole_programma_scienza_2014_seconda_pagina.pdf - [588006 bytes]
1_corso__base_apprendimento_cooperativo.doc - [26624 bytes]
2__porte_aperte.doc - [25600 bytes]
3_abilita_sociali.doc - [26112 bytes]
4_progettazione_attivita_app.coop.doc - [26624 bytes]
5_programmare_e_valutare_per_competenze.doc - [27136 bytes]
abilmente_sociali.doc - [849408 bytes]
modulo_adesione_3.doc - [257536 bytes]
curriculum Danila Favro - [587623 bytes]
curriculum Barbara Gonzaga - [99915 bytes]
curriculum Marco Falasca - [328678 bytes]
curriculum Gianni Di Pietro - [428544 bytes]
18_guida_costruzione_pdp_66.doc - [26112 bytes]
6_cooperazione_didattica_per_educazione__scientifica_79.doc - [27648 bytes]
5_programmare_e_valutare_per_competenze_81.doc - [27136 bytes]
1_corso__base_apprendimento_cooperativo.doc - [26624 bytes]
2__porte_aperte.doc - [25600 bytes]
3_abilita_sociali.doc - [26112 bytes]
4_progettazione_attivita_app.coop.doc - [26624 bytes]
5_programmare_e_valutare_per_competenze.doc - [27136 bytes]
mostra__riflessioni_liceo_rosa.pdf - [290201 bytes]
articolo_tibaldi_incontro_1-12-2014_definitivo.doc.pdf - [298020 bytes]
5_dati_e_significati.docx - [30811 bytes]
riepilogo_attivita_21_gennaio_2015_f.pdf - [4718784 bytes]
resocontodati&significati.docx - [57476 bytes]
intervento_prof_marco_falasca___cesedi_25_maggio_15_f_80.pdf - [3173842 bytes]
partecipazione_25_maggio_enrica_f_51.doc - [22016 bytes]
corso__base_modulo_iscrizione.doc - [27648 bytes]
38_guida_costruzione_pdp.doc - [26624 bytes]
26_scienze.doc - [27136 bytes]
24_insegnare_a_studiare.doc - [26112 bytes]
insegnare_a_studiare_senza_far_lezione_frontale.doc - [27648 bytes]
corso_a_infanzia.doc - [22528 bytes]
21_infanzia_a.doc - [26112 bytes]
25_valutazione_competenze.doc - [27136 bytes]
29_matematica_e_invalsi.doc - [27136 bytes]
23_costruire_competenze_sociali.doc - [26624 bytes]
35_classe_futuro.doc - [26624 bytes]
36_21st_century-skills.doc - [26112 bytes]
laboratorio_concorso_docenti_2016.pdf - [602002 bytes]
1-mod-adesione-formazione-docenti_95.doc - [27648 bytes]
programma-sportello_c.t.i..pdf - [68929 bytes]
terzo_fascicolo_valutare_per_insegnare.pdf - [1223483 bytes]

^ Torna al menu