Grugliasco: Corso alla Gramsci di Alpignano (apr 07)

Si è tenuto il 3 e il 27 aprile 2007 presso

la scuola elementare A.Gramsci di Alpignano

Il corso “ PROBLEM SOLVING COME COMPETENZA TRASVERSALE”

dai facilitatori Marco Falasca e Daniela Brancadoro,

nelle attività del Progetto del Ce.Se,Di. per l'INNOVAZIONE SCOLASTICA.

 

Obiettivi del corso: Sensibilizzare i docenti sugli aspetti del Problem Solving e dell'Apprendimento Cooperativo in previsione di un corso base sull' A.C e una parallela formazione sul P.S.

I due incontri formativi sono stati pensati, e organizzati, al fine di far sperimentare attività di gruppo strutturate in base dell'apprendimento cooperativo, quindi con ruoli da svolgere e abilità sociali da agire, e al fine di riflettere discutere e confrontarsi su temi come:

  • - Misconoscenze
  • - Conoscenza inerte
  • – Metacognizione
  • - Comprensione Profonda.

Le attività proposte sono state apprezzate dai partecipanti, svolte con grande impegno e coinvolgimento, e non sono mancati momenti di confronto molto graditi.

 

Le attività

- apertura con attività del minibook;

- power point: presentazione di alcune slides sulle definizioni di PS;

- sistemi chiusi: alcune esemplificazioni:

- attività in gruppi da 4: "Nnella redazione di una rivista bisogna risolvere un problema"

  • - lettura
  • - riflessione individuale
  • - confronto a coppie
  • - confronto in gruppo
  • - in assemblea confronto tra i gruppi, sintesi e riflessione metacognitiva.

- Round Robin: tre problemi a confronto: su quale ricade la tua scelta?

- la scelta del problema ha a che vedere con gli obiettivi del nostro fare scuola.

 

- I problemi del PISA : analisi e discussione;

- Perchè basare l'apprendimento sul PS;

 

- Revisione: mix,freeze,pair,share.

 

Rispeto agli obiettivi del corso ( riflettere sulle misconoscenze, conoscenza inerte, educazione alla comprensione) sono emersi interessanti spunti quali :

  • - i rari spazi in cui possa avvenire uno scambio e un confronto tra docenti;
  • - il bisogno da parte dei docenti di avere linee guida da seguire;
  • - l'esigenza di sentirsi supportati nel lavoro diretto coi ragazzi .

Questi fattori, talvolta, smorzano l'entusiasmo e la passione per l'insegnamento, ma in questi momenti formativi, dove ci si stimola vicendevolmente, e ci si ricarica per far fronte alle difficoltà professionali, emergono in modo significativo.

Gli incontri si sono svolti alla presenza di:

  • 17 docenti (di cui 6 di scuola elementare e 11 della media) al primo incontro,
  • 9 docenti ( di cui 8 della scuola media e 1 della elementare) al secondo incontro.

La mancanza delle insegnanti della scuola elementare al secondo incontro sembrerebbe doversi imputare a problemi di sostituzione e alla data del 27.04 concomitante a un ponte per la festività del 1° maggio.

 

Il questionario di valutazione che si è proposto a fine corso fornisce le seguenti indicazioni:

Rispetto alle attese:

  • - 6 molto soddisfatti
  • - 2 abbastanza soddisfatti

- 8 ritengono di aver utilizzato qualcosa di utile da poter poter utilizzare nelle classi;

Si sono trovati nelle attività di gruppo:

  • - 6 molto a loro agio
  • - 2 abbastanza a loro agio

- 8 ritengono che il corso sia stato accattivante, interessante, coinvolgente e stimolante;

- 8 ritengono che ci sia stata una buona organizzazione del corso;

- 8 continuerebbero la formazione iniziata con un corso base di Apprendimento Cooperativo e altri incontri specifici sul Problem Solving.

 

“ DOVE NON C'E' PROBLEMA NON C'E' VERA CONOSCENZA” ( J.Dewey )

 

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - Web Agency Torino Customizer