Pomeriggi di formazione (da marzo a maggio 2008)

La Provincia che, per dieci anni, ha finanziato in modo considerevole il progetto, si trova ora di fronte da una parte ad una riduzione costante e considerevole delle risorse economiche a disposizione e dall'altra a nuove competenze istituzionali che vedono l'Assessorato Istruzione impegnato a sostenere il nuovo obbligo scolastico.

Il GIS (Gruppo di progetto per l'Innovazione Scolastica), in considerazione di quanto sopra espresso, spinto dall'impegno appassionato, motivato e volontario delle singole persone che come sempre, sono l'anima e il motore fondamentale di ogni progetto e di questo, in particolare, ha deciso di realizzare, in forma gratuita e volontaria, una serie di proposte formative rivolte agli insegnanti di tutta la provincia.

 
 
POMERIGGI DI FORMAZIONE
 
 

Presentazione di esperienze didattiche riproposte ai partecipanti con uno sfondo teorico di riferimento. I partecipanti saranno coinvolti attivamente in attività di cooperative learning.

1. LE ABILITA' SOCIALI

Rivolto ad insegnanti di scuole di ogni ordine e grado
Sede: Cesedi
Data: 31 marzo
Orario: 14.30-18.30
Conduce Francesco Mastrogiacomo facilitatore GIS CESEDI (zona Chivasso)
Verranno affrontati con modalità cooperative, i temi relativi all'insegnamento delle abilità sociali, al saper sviluppare abilità metacognitive riflettendo sui processi, al saper pensare criticamente, alla comunicazione efficace e alla negoziazione sociale dei significati.
Il workshop si integra con il pomeriggio (n. 1 dei pomeriggi di formazione) "il portfolio delle abilità sociali" che pone l'accento sulla documentazione e la valutazione di un percorso sulle abilità sociali.

2.  COSTRUIRE LE ABILITÀ DI STUDIO IN APPRENDIMENTO COOPERATIVO (Vai all'articolo)

Rivolto ad insegnanti di scuola primaria
Sede: Cesedi

Data: 18 marzo
Orario: 14.30-18.30
Conduce Riccarda Viglino facilitatore GIS CESEDI (zona Chivasso)Verranno affrontati con modalità cooperative, i temi relativi alla lettura, l'analisi e la rielaborazione di testi a carattere informativo per costruire le abilità di studio.

3. L'INSEGNAMENTO DELLA SECONDA LINGUA (Vai all'articolo)

Rivolto ad insegnanti di scuole di ogni ordine e grado
Sede: Cesedi
Data: 28 marzo
Orario: 14.30-18.30
Conduce Sabrina Ortega
Il CL non è solo una metodologia capace di rendere l'apprendimento più consapevole e profondo, ma anche di educare l'apprendente alla convivenza sociale, alla risoluzione dei  conflitti e alla soluzione di problemi; tutto ciò, applicato all'apprendimento della lingua straniera, aumenta in modo esponenziale le occasioni di confronto, comunicazione, condivisione e critica costruttiva attraverso un codice linguistico diverso dal proprio.
Il corso si propone di studiare, elaborare e sperimentare in modo interattivo e pratico quelle strutture cooperative che permettono di apprendere la lingua straniera con un approccio comunicativo e significativo educando l'apprendente alla vita sociale presente e futura. Si progetteranno
attività con l'uso delle tecniche proposte, in modalità cooperativa, particolarmente utili per l'apprendimento della lingua straniera.

4. LA PREPARAZIONE DEL TE E IL MIMETISMO (Vai all'articolo)

Rivolto ad insegnanti di scuola primaria
Sede: Scuola primaria Casalegno via Acciarini 20
Data: 4 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Carmelo Stornello facilitatore GIS CESEDI(zona Torino)
Si farà sperimentare ai partecipanti, come proporre l'educazione scientifica ai bambini abituandoli a generare ipotesi, produrre predizioni, seguire strade diverse per risolvere un problema, utilizzare l'osservazione e la narrazione per comprendere fenomeni.
 

5. L'APPRENDIMENTO PER PROBLEMI (PBL) NELLE SCIENZE SPERIMENTALI (Vai all'articolo)

Rivolto ad insegnanti di scuole di ogni ordine e grado
Sede: Cesedi
Data: mercoledì 23 aprile
Orario: 14.30-18.30
Conduce Marco Falasca facilitatore GIS CESEDI (zona Grugliasco)
Il Problem Based Learning (PBL) è un metodo fondato sul principio dell'utilizzo di problemi come punto di partenza per l'acquisizione di nuova conoscenza. L'approccio Problem Based Learning richiede che gli studenti lavorino in piccoli gruppi cooperativi per acquisire nuove informazioni che permettano di arrivare alla soluzione del problema. L'accentuazione del PBL è sulla comprensione dei concetti più che sulla memorizzazione dei fatti. In questo workshop i partecipanti: 1) esploreranno gli elementi essenziali di un processo di PBL; 2) sperimenteranno il metodo didattico in una situazione – problema di carattere scientifico. 

6. L'APPRENDIMENTO COOPERATIVO PER L'INCLUSIONE DEGLI ALLIEVI CON NECESSITA' EDUCATIVE SPECIALI
Rivolto ad insegnanti di scuole di ogni ordine e grado  (Vai all'articolo)
Sede: Cesedi
Data: spostato al 7 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce: Claudio Berretta facilitatore GIS CESEDI
Partendo da esperienze concrete e sperimentando direttamente alcune modalità di lavoro cooperativo,   si affronterà il tema di come rendere complementari ed interdipendenti lo sviluppo delle eccellenze, il recupero di situazioni di disagio e l'integrazione di allievi in situazione di handicap.

7.      INSEGNARE STORIA FACENDO AGIRE GLI STUDENTI (Vai all'articolo)

Rivolto ad insegnanti di scuole secondaria di primo e secondo grado
Sede: Cesedi
Data: 17 marzo 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce: Gianni Di Pietro facilitatore GIS CESEDI
Il corso prevede l'insegnamento diretto di alcune strategie per la comprensione della lettura ed utilizza l'apprendimento cooperativo come potente strumento per l'apprendimento e la crescita di ciascuno, non solo degli alunni in difficoltà. Le abilità di comprensione, infatti, sovente non si sviluppano in modo spontaneo nemmeno negli alunni normodotati ed è opportuno quindi prevedere per tutti un efficace itinerario di lavoro per lo sviluppo delle abilità richieste e la maturazione di adeguate competenze.

8.   IL PROBLEMA IN MATEMATICA

Rivolto ad insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo grado
Sede: Cesedi
Data: 27 marzo 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce: Bruna Laudi facilitatore GIS CESEDI (zona Pinerolo)
Alla luce delle difficoltà denunciate da più parti nell'apprendimento della matematica, verranno proposte alcune attività, da svolgere in modalità cooperativa, che possono rendere più gratificante l'approccio al problema.
Quanto proposto è il risultato del lavoro svolto dalla RetePin, gruppo di matematica, che da anni lavora sulla continuità tra i vari ordini di scuole.

9 IL COOPERATIVE LEARNING: UNA BUONA PRATICA PER RENDERE EFFETTIVA LA COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTI E GENITORI

Rivolto ad insegnanti di scuola primaria
Sede: Cesedi
Data: giovedì 17 aprile
Orario: 14.30-18.30
Conduce: Mariagrazia Bergamo facilitatore GIS CESEDI (zona Chivasso)
Gli insegnanti devono imparare a adattassi a più frequenti e complicati contatti con i genitori che hanno diversi punti di vista sulla scuola e diverse aspettative. Essi sentono il bisogno di nuove strategie, possono trovare una risposta nel
Cooperative Learning.
I principali obiettivi di questo workshop sono:

  • Condividere differenti idee e aspettative dei genitori
  • Suggerire come iniziare un dialogo sociale tra differenti culture e differenti background
  • Trovare possibilità per formalizzare questo dialogo con un protocollo condiviso.
 
10. IL PORTFOLIO DELLE ABILITA' SOCIALI

Rivolto ad insegnanti di scuola primaria
Sede: Cesedi
Data: 8 aprile
Orario: 14.30-18.30
Conduce Riccarda Viglino facilitatore GIS CESEDI (zona Chivasso)
Come documentare la graduale costruzione di competenze sociali in classe, attraverso l'insegnamento diretto delle abilità, l'utilizzo del
Cooperative Learning e della valutazione autentica. Il pomeriggio di formazione si integra con il workshop (n. 1 dei workshop) "Le abilità sociali" che pone l'accento sull'insegnamento delle abilità sociali.

11. UN'ATTIVITÀ DI ELETTRONICA IN APPRENDIMENTO COOPERATIVO

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti di scuole superiori
Sede: Cesedi
Data: giovedì 3 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Nicola Colacicco facilitatore GIS CESEDI (zona Grugliasco)
Il linguaggio tecnico, fortemente conciso, descrive in poche pagine argomenti molto complessi. I libri di testo si rinnovano introducendo i più recenti ritrovati della tecnica. Gli allievi degli ultimi decenni si ritrovano, in meno ore settimanali, un numero accresciuto di discipline e di docenti ed incontrano difficoltà sempre maggiori sia nei contenuti, sia nelle comunicazioni interpersonali.
In questa situazione, caratterizzata dalla cronica mancanza di tempo, l'apprendimento cooperativo mette a disposizione dell'insegnante molte risorse.

12. IL NUOVO OBBLIGO

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti delle Medie, Bienni Triennio, delle Superiori
Sede: Cesedi
Data: mercoledì 2 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Angelo Chiarle facilitatore GIS CESEDI
Il testo ministeriale: cosa fare in concreto per realizzare le nuove indicazioni.
Il nuovo obbligo di istruzione si configura come una sfida estremamente complessa, che richiede un notevole sforzo di riflessione critica. Per cercare di tradurre in pratica le varie indicazioni presenti nel documento ministeriale, occorre:

  • ripensare la missione educativa della scuola superiore;
  • ripensare la programmazione didattica delle varie discipline, non finalizzandola più all'esclusivo completamento dei programmi delle singole discipline;
  • ripensare il ruolo del docente non più in termini di "magnifico dispensatore di conoscenze";
  • ripensare il concetto stesso di "studio", dopo aver "congedato" il cognitivismo ed essere approdati alla prospettiva del socio-costruttivismo;
  • ripensare la valutazione scolastica (tipologia, modalità di svolgimento e criteri di valutazione di tutte le prove di verifica);
  • ripensare la funzione, l'utilizzo e l'impostazione dei libri di testo.

Quali strumenti la ricerca pedagogica degli ultimi anni mette a disposizione dei docenti per affrontare con successo la sfida?

13. EDUCARE AL PENSIERO CRITICO

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti di ogni ordine e grado
Sede: Cesedi
Data: 10 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Angelo Chiarle facilitatore GIS CESEDI
Come iniziare ad insegnare ponendo domande significative ai ragazzi, sfidandoli a pensare e ripensare alle proprie convinzioni personali, intrappolandoli nei problemi complessi della società odierna. Costruire unità didattiche e interi programmi annuali a partire da grandi domande essenziali.

14. LE DISPOSIZIONI DELLA MENTE

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti di ogni ordine e grado
Sede: Cesedi
Data: mercoledì 16 aprile 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Angelo Chiarle facilitatore GIS CESEDI
Una nuova prospettiva per la didattica:

  • cosa e quali sono le disposizioni della mente;
  • come si possono sviluppare le disposizioni tramite verifiche e valutazioni;
  • disposizioni della mente e personalizzazione dei percorsi di apprendimento;
  • una nuova prospettiva per l'orientamento: dal selvaggio marketing scolastico-universitario ad un approccio vocazionale centrato sulla persona. 

15. L'EDUCAZIONE SCIENTIFICA IN APPRENDIMENTO COOPERATIVO

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo grado
Sede: Cesedi
Data: lunedì 12 maggio 2008
Orario: 14.30-18.30
Conduce Marco Falasca facilitatore GIS CESEDI (zona Grugliasco)
Attraverso l'educazione scientifica si abituano gli studenti a generare ipotesi, produrre predizioni, seguire strade diverse per risolvere un problema. Ciò li aiuta a sviluppare autonomia, riflessione, analisi di coerenza dei processi e dei risultati, tutte competenze basilari per la costruzione della cittadinanza.
Ogni attività dell'incontro inizia con esperimenti ed osservazioni in piccoli gruppi. Prima vengono sviluppate le idee, poi vengono "inventati" i nomi dei concetti, solo dopo che l'esperienza ha dato loro significato. I concetti vengono quindi consolidati attraverso la pratica di problem solving sperimentali cooperativi.

16. DUE ATTIVITA' PER MIGLIORARE LE CAPACITA' DI ELABORAZIONE CRITICA ED IL CLIMA IN CLASSE

Un pomeriggio rivolto ad insegnanti di scuola media superiore
Sede: Cesedi
Data: 31 marzo
Orario: 14.30-18.30
Conduce Maurizio Falasca facilitatore GIS CESEDI (zona Torino)
Nell'incontro verranno proposte due attività basate sull'apprendimento cooperativo. Nello specifico:

  • Il Jigsaw, una tecnica per migliorare la ricerca e favorire le capacità critiche degli studenti;
  • il gioco di ruolo, una tecnica per sostenere un buon clima fra gli allievi e favorire l'inclusione e le relazioni positive.
 Per iscriversi compilare la scheda allegata a fondo pagina che  è complessiva per tutte le proposte formative.
Inviarla via mail o via fax 011.861.3600.
 
La proposta verrà realizzata solo se si giungerà almeno 10 iscritti.

modulo di adesione - [34816 bytes]

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer