A scuola di cooperazione

L'Europa Unita sceglie il confronto
Il giornale "La nuova Periferia" di mercoledì 16 marzo 2005 annuncia la costituzione della Rete di scuole in tema di apprendimento cooperativo nella zona di Chivasso-Ivrea.
Si riporta l'articolo pubblicato:

"Un nuovo metodo di apprendimento a disposizione degli insegnanti. "
"Gli studenti lavorano a piccoli gruppi. L'obiettivo è quello di affrontare le lezioni in modo
più completo"



Prende il via la rete zonale sull’apprendimento cooperativo. Mercoledì 4 marzo dalle 14.30 alle 17.30 presso l’Istituto Europa Unita di Chivasso è stato organizzato il secondo incontro di zona tra insegnanti dei diversi ordini di scuole sull’apprendimento cooperativo, metodologia di insegnamento e apprendimento che consente di fronteggiare la nuova tipologia di classe sempre più eterogenea e meno motivata a studiare.
Gli studenti lavorano in piccoli gruppi e ricevono valutazioni in base ai risultati conseguiti nelle varie attività. Ne consegue che ogni componente del gruppo si interesserà non solo del proprio lavoro ma anche a quello degli altri membri che dovranno discutere, elaborare ed ascoltare usi tutti insieme. Durante l’incontro verranno insegnate competenze sociali da utilizzare in classe con gli studenti.
A causa del disagio incontrato da molti insegnanti nell’affrontare ordinarie lezioni frontali tale progetto aveva preso piede già nel 1998, grazie all’intervento del prof. Mario Comoglio. Oggi a livello provinciale sono circa 1.700 i docenti che hanno preso parte ai corsi di formazione, coordinati dal Centro Servizi Didattici della Provincia di Torino e da Confcooperative. Recentemente stato aperto il portale www.apprendimentocooperativo.it, una mailing list e una comunità di pratica e di apprendimento provinciale suddivisa in 5 zone. Dopo Pasqua sarà firmato dai dirigenti scolastici il protocollo d’Intesa che definirà il modo di coordinare tutti gli insegnati coinvolti, di consolidare l’esperienza, di condividere risorse umane, strumentali ed economiche

La rete di Chivasso-Ivrea comprendente tutte le scuole dell’area Nord-est di Torino avrà come scuola polo l’Istituto Europa Unita che offrirà i propri servizi a tutti gli insegnanti e diventerà anche archivio per eventuali consultazioni di materiali. “Sarà un compito difficile, ma siamo lieti di offrire la nostra disponibilità alla zona” dice la Preside Marcella Ferrante. Ogni zona è seguita dai cosiddetti facilitatori, cioè tramiti tra gli insegnanti coinvolti nel progetto e gli esperti

Servizio a cura di Elena Mazzeschi

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer