Circolo di Piossasco: materiali di lavoro per la primaria

Nei mesi di marzo e aprile Bruna Laudi, facilitatrice e formatrice del GIS del Cesedi,  ha tenuto un breve corso sul cooperative learning nel Circolo Didattico di Piossasco. Pubblichiamo il resoconto e i materiali prodotti da una delle maestre, Lucia Lanza (Scuola Primaria Ungaretti Piossasco ) che ha seguito il corso.

 

"Nell'ultimo incontro ci ha chiesto di provare a progettare delle attività di apprendimento cooperativo, tenendo conto delle indicazioni ricevute e delle riflessioni fatte insieme.

Ho così pensato di articolare in modo diverso una parte dell'Unità di Apprendimento “STORIA DEL BAMBINO”, che stavo svolgendo nella “mia” classe seconda.

L'u.d. ripercorre a ritroso la storia degli alunni, partendo dalla situazione attuale e procedendo poi ad esaminare la classe prima, gli anni della Scuola dell'Infanzia e i primi anni di vita.

Uno degli obiettivi di questo lavoro è fornire un approccio all'uso di documenti o fonti, come strumenti per ricostruire il passato. In questo senso ci si serve dei quaderni della classe prima, delle foto, degli album della Scuola dell'Infanzia, per reperire informazioni sul passato dei bambini.

Proprio in questo tratto del percorso ho inserito delle proposte sullo stile dell'apprendimento cooperativo.

In passato avevo svolto l'osservazione dei quaderni e degli album in modo prima individuale (ogni bambino osservava i suoi materiali) e poi collettivo. Il lavoro risultava molto lungo e soprattutto coinvolgeva maggiormente gli alunni più attivi, mentre lasciava più a margine coloro che tendono ad intervenire di meno nelle discussioni. Come si vedrà dai materiali allegati, il lavoro di osservazione è stato quest'anno impostato a gruppi: ogni gruppo ha preso in esame un quaderno (oppure un album, quando ci siamo occupati della Scuola dell'Infanzia) ed ha scritto le sue osservazioni, esse sono state raccolte dall'insegnante in schede riassuntive e poi socializzate a tutta la classe.

Il lavoro gestito con questa modalità ha avuto effetti positivi su diversi fronti: lo ha reso più snello, ha permesso un coinvolgimento maggiore di tutti gli allievi e più consapevolezza dell'attività svolta ed infine vi sono state ricadute positive sulle abilità sociali della classe."

 

Prima Fase: LAVORO SUI QUADERNI DELLA CLASSE PRIMA
  1. La fase di preparazione è in forma di appunti. Aggiungo qualche precisazione affinché siano maggiormente comprensibili. I bambini sono stati divisi in 5 gruppi, corrispondenti alle diverse unità didattiche della classe prima. Le unità meno corpose sono state raggruppate: un gruppo si è occupato di religione, musica e inglese.
    Per contrassegnare i diversi ruoli all' interno dei gruppi, così da poter riconoscere al volo la funzione che stava svolgendo ogni bambino, ho usato dei bollini colorati. Ad esempio tutti i moderatori avevano il bollino verde, tutti gli scrivani rosso,...
  2. Il foglio con le indicazioni di lavoro e le domande dato ai bambini per l'osservazione dei quaderni.
  3. Resoconto del lavoro dei diversi gruppi.

Seconda fase: LAVORO SUGLI ALBUM DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

  1. Il foglio con le indicazioni di lavoro e le domande dato ai bambini per l'osservazione degli album
  2. Resoconto del lavoro dei diversi gruppi.
    La fase di progettazione è stata simile a quella per i quaderni della classe prima.
    I gruppi questa volta erano 6: 2 gruppi per ogni anno della scuola dell'Infanzia:
    - un gruppo A e un gruppo B per le attività dei treenni
    - un gruppo A e un gruppo B per le attività dei quattrenni
    - un gruppo A e un gruppo B per le attività dei cinqueenni
    Per evitare che il lavoro occupasse tempi troppo estesi sono state date le seguenti indicazioni:
    - tutti i gruppi A sono partiti dalle prime due domande, per poi proseguire con le altre se avanzava tempo,
    - tutti i gruppi B sono partiti dalla domanda 3, per poi passare alla 4 e, solo se avanzava tempo, alle prime due.
    I ruoli sono stati gli stessi del lavoro sui quaderni di prima, solo che per ogni gruppo vi erano 2 scrivani e non 3.

    Il lavoro sulle impressioni dei bambini sulle modalità di collaborazione dei gruppi è stato fatto a voce al termine dell'attività di osservazione degli album.
    Sempre nell'ambito di questa discussione è stato chiesto ad un rappresentante per ogni gruppo di dire l'osservazione più significativa rispetto al lavoro assegnato.

In allegato:
  1. domande di lavoro ai gruppi
  2. domande di lavoro sugli album
  3. lavoro dei gruppi
  4. resoconto lavoro album
  5. resoconto lavoro di gruppo

domande lavoro ai gruppi - [30208 bytes]

domande di lavoro sugli album - [32256 bytes]

lavoro a gruppi - [6.33 Kb]

resoconto lavoro album - [39424 bytes]

resoconto lavoro di gruppo - [59392 bytes]

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer