I quasi adatti. Un libro di Peter Hoeg

ed, Mondadori , 1997, 9,5 euro

E' la storia di bambini "non adatti" al sistema scolastico ufficiale e dunque probabilmente non adatti alla società adulta, che cercano in ogni modo di sopravvivere al "piano di recupero" messo in atto dalla società contro di loro.

E' un libro sul potere e sulla ribellione, ma anche ispirato dalla simpatia dell'autore nei confronti di chi è "quasi adatto".

Peter Høeg dimostra ancora la sua grande capacità di immedesimarsi in chi è considerato un outsider. Peter, l'adolescente protagonista della storia, ingaggia una lotta contro il sistema, individuando il preciso piano di selezione di ispirazione darwiniana cui segretamente si tende e cercando di carpirne i segreti ed i trucchi, aiutato in questo dalla sua amica Katarina, orfana di entrambi i genitori, e da August, un bambino autistico che pare abbia ucciso i suoi per sottrarsi ai continui abusi. I tre ragazzi sono abbandonati da tutti e cercano di sopravvivere in un luogo dove su tutto sembra dominare la competitività.

 

Peter ci racconta in prima persona quello che sta accadendo: ci spiega che i ragazzi sono soli davanti alla violenza degli adulti, che spesso viene con sadismo applicata come una variante della legge della sezione aurea, per cui non tutte le mancanze vengono punite, ma solo poco più della metà; ci racconta anche che la cosa determinante nella punizione non è la violenza in sé, ma l'umiliazione, ciò che accade intorno, subito prima e subito dopo.

Ci racconta delle violenze subite nelle scuole dove è stato ospitato precedentemente, dei soprusi dei professori che lui, a differenza di altri, non riesce ad accettare, ci racconta anche però dell'aiuto ricevuto dal suo amico Humlum, della solidarietà fra i ragazzi, dell'affetto profondo che lo legherà a Katarina e August.

Peter ci dice ancora che non esistono persone senza paura, esistono solo attimi senza paura: dunque la vita per questo piccolo uomo è fatta solo di sofferenze con solo brevi pause La spiegazione di quanto gli sta succedendo si trova nel darwinismo occulto: la teoria di Darwin è più comprensibile da chi sta sull'orlo del baratro

Dunque la violenza nei confronti dei ragazzi è necessaria per la loro crescita, per abituarli a vivere nella società che è a sua volta violenta, perché bisogna essere puntuali e non c'è tempo per le incertezze. Ma i ragazzi come Peter non possono reggere a tanta pressione, o meglio non possono reggere se sono soli. La salvezza infatti esiste: è frutto dell'amore, "quando lo si incontra non si precipita più, grazie all'amore che ha conosciuto, grazie a Katarina e August, Peter potrà cercare di farsi adottare e costruirsi un futuro, ma questa verità verrà fuori per lui in modo estremamente traumatico.

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer