I facilitatori del GIS

Le strategie di Cooperative Learning sono tecniche potenti per lo sviluppo di abilità sociali ed intellettuali e sono una valida risorsa educativa per migliorare l'apprendimento in classe, ma per far sì che il Cooperative Learning non resti un'esperienza isolata a qualche classe o scuola, è stata creata sul territorio una struttura organizzativa capace di comunicare efficacemente con continuità e in tempo reale le azioni utili all'agire formativo e didattico.
Il territorio di Torino e provincia, è stato diviso in sei  zone  cui afferiscono tutte le scuole coinvolte o potenzialmente interessate alle attività di Cooperative Learning:


1. Chieri

2. Chivasso-Ivrea: la zona nord-est di Torino, Ivrea

3. Grugliasco: Collegno, Alpignano, zona sud,ovest di Torino

4. Pinerolo: il pinerolese e comuni limitrofi

5. Torino: Torino città e alcuni e alcuni comuni della prima cintura

6. Valle di Susa

 

 

Il consolidamento, in questi ultimi anni, delle Zone e il sostegno alle neonate Reti tra scuole di zona, ha fatto emergere come fondamentale per lo sviluppo del progetto la figura del "facilitatore", ossia un insegnante che ha maturato, nel corso degli anni, una significativa esperienza nella conoscenza e applicazione del Cooperative Learning.

Ad ogni zona fa quindi riferimento un "gruppo di lavoro" formato da insegnanti - i facilitatori che, oltre alla conoscenza della metodologia, hanno una formazione specifica al ruolo.
Ogni gruppo ha una struttura "aperta", in quanto i nuovi insegnanti che afferiscono ai corsi o sono interessati alle iniziative, possono farvi riferimento.

Il team dei facilitatori si fa carico sia del coordinamento generale sul territorio di competenza sia del supporto metodologico ai colleghi, mantenendosi in contatto diretto e continuo tra di loro, per far sì che ci sia uno sviluppo equilibrato di tutto il territorio della provincia.


Oltre ad offrire ai colleghi nuovi paradigmi e tecniche per migliorare l' insegnamento, occorre proporre soluzioni ai problemi che quotidianamente vengono alla luce nell'attività didattica. Occorre contestualmente creare l'ambiente favorevole e introdurre le nuove tecniche di insegnamento.
Il facilitatore cura di sostenere e incentivare questa pratica progettuale di un insegnamento più attuale e significativo, fornendo esempi di progettazione, proponendo piani di lavoro, modelli di valutazione autentica, riflessione didattica.
Bisogna  interessare i ragazzi ai contenuti, ma occorre anche far loro apprendere le abilità di pensiero e, soprattutto, maturare competenze significative.

Per informazioni e contatti:

  1. Chieri                chieriprimo@libero.it
  2. Chivasso-Ivrea   chivainrete@yahoo.it
  3. Grugliasco       marco.fala@libero.it
  4. Pinerolo            bruna.laudi@alice.it
  5. Torino                c.stornello@fastwebnet.it
  6. Val di Susa        danila.favro@gmail.com

per informazioni e contatti sul progetto territoriale della Città metropolitana di Torino
 Rachele LENTINI tel. 011.861.
3602
e-mail:
rachele.lentini@cittametropolitana.torino.it

 

 


 

 i facilitatori del GIS sono:

 
Chieri

  •  Giuseppina Amitrano
  •  Caterina Grignolo
  • Paola Lasala
  •  Marco Rossetti


Chivasso

Grugliasco


Pinerolo

Val di Susa

Torino  

Allegati in fondo alla pagina i curricula dei facilitatori

curriculum vitae Carmelo Stornello - [65171 bytes]

curriculum vitae Riccarda Viglino - [64293 bytes]

curriculum vitae Isabella pescarmona - [3.25 Kb]

curriculum vitae Bruna Laudi - [2.64 Kb]

curriculum vitae Gianni Di Pietro - [45557 bytes]

cv_chiarle.pdf - [1.30 Kb]

c.v._bergamo_giugno2014.pdf - [3.42 Kb]

curriculum_danila_favro.pdf - [5.88 Kb]

il_profilo_marco_falasca_08_09_15_8.pdf - [3.35 Kb]

curriculum_vitae_maurizio_dicembre_2015_59.doc - [41984 bytes]

credits | contatti | mappa | versione per la stampa | versione ad alta accessibilità | photo gallery | dove siamo
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer